dunkler Raum mit angeleuchteten Objekten in Vitrinen

Museo Etnologico di Dresda

Le origini del Museo Etnologico (Völkerkundemuseum) di Dresda risalgono a un passato molto lontano. Con l’istituzione di una Stanza dell’arte (Kunstkammer) nel 1560, il Principe Elettore di Sassonia Augusto I gettò le basi per l’odierna collezione del museo. Gli oggetti raccolti dal Principe e dai suoi successori rispecchiano il desiderio di esibire la cultura cortese dei Principi e la loro passione per tutto ciò che è esotico e curioso. Dal XVIII secolo in poi l’attività collezionistica si fa più sistematica, seguendo criteri prettamente scientifici. Il 1875 è considerato l’anno di fondazione del museo, che vanta oggi una collezione d’importanza internazionale di opere d’arte extraeuropee. Dal 1977 il museo con il suo alternarsi di mostre temporanee è ospitato all’intero del Palazzo giapponese (Japanisches Palais).

Ingresso

ingresso gratuito

Museo Etnologico di Dresda

Museo Etnologico di Dresda

Google-Karte anzeigen
In alto